Garanzia Giovani: FAQ e Selfiemployment

ragazza cerca lavoro

Il programma Garanzia Giovani, sovvenzionato in gran parte dall'Unione Europea ed attivo dal 1 maggio 2014, scade il 30 giugno 2017. Le Aziende che assumono i ragazzi iscritti a Garanzia Giovani, ricevono degli incentivi.

Ad oggi, sono 944 mila gli iscritti attraverso il portale Garanzia Giovani, di cui 595 mila già profilati, ma solo a 269 mila di essi (circa 1/3) è stata proposta almeno una misura concreta (fonte: La Stampa 29/1/16 "Garanzia giovani, oltre un milione di adesioni ma solo a un ragazzo su tre è offerta una misura").

 

Le principali polemiche su Garanzia Giovani riguardano la difficoltà dei Centri per l’Impiego nel trovare una misura adeguata tra quelle previste: corso di formazione, tirocinio o stage, contratto di lavoro, apprendistato, servizio civile, percorso di auto-impresa. E, nella maggior parte dei casi, viene proposto un corso di formazione.

 

Le buone notizie, riguardano l'aumento degli incentivi e l'introduzione del Selfiemployment (prestiti per autoimpiego), proprio a partire da questo mese (Gennaio 2016).

 

Qui di seguito, le FAQ su Garanzia Giovani, con le relative risposte.

Se hai altre domande da suggerire o vuoi comunicarci la tua esperienza relativa a Garanzia Giovani, scrivici e saremo lieti di pubblicarla.

FAQ su Garanzia Giovani

FAQ Garanzia Giovani

Cos'é Garanzia Giovani

Il programma per dare lavoro ai giovani incentivando le Aziende che li assumono

 

Come iscriversi a Garanzia Giovani

Registrazione sul sito istituzionale dedicato a Garanzia Giovani

Si viene poi convocati ad un colloquio presso i Centri per l'impiego, dove viene individuato il profilo di occupabilità e quindi il profilo di difficoltà per impiegarsi di ciascun candidato (in base al titolo di studio, esperienza lavorativa maturata, ecc.).

 

Quando scade Garanzia Giovani 

giugno 2017

 

Età per iscriversi Garanzia Giovani

15-29 anni

 

Requisiti per iscriversi a Garanzia Giovani

Persone che non studiano, non lavorano e non seguono corsi di formazione professionale (soggetti definiti "Neet").

 

Quali gli incentivi alle Aziende che assumono ragazzi iscritti a Garanzia Giovani

Gli incentivi sono differenziati in base al profilo del candidato prescelto (profilo di difficoltà per impiegarsi) ed in base alla durata del contratto offerto.

  • assunzione per un tempo fino a 11 mesi: 1.500 - 2000 €
  • oltre 12 mesi ma a tempo determinato: 3000 - 4000 €
  • a tempo indeterminato: 1500 - 6000 €
  • I bonus sono raddoppiati per le assunzioni dal 1 marzo al 31 dicembre 2016, a condizione che i ragazzi assunti abbiano già svolto un tirocinio nell’ambito del programma Garanzia Giovani. Il raddoppio dei benefici è finalizzato a trasformare molti dei tirocini effettuati nella prima fase del programma in posti di lavoro veri e propri.
  • l'indennità mensile per chi offre misure di orientamento, come i tirocinii, è stata ridotta ad Euro 300 mensili (per favorire, invece, l'offerta di proposte con un maggiore valore aggiunto).
  • chi assume con contratti di apprendistato per il conseguimento della qualifica o del diploma professionale, può godere sia dei benefici di Garanzia Giovani, sia degli sgravi contributivi ed i benefici economici e fiscali previsti per il contratto di apprendistato.

Quali categorie sono escluse dall'incentivo

Garanzia Giovani non vale per apprendisti, colf e badanti e per chi svolga lavori accessori ("contratti voucher").

 

Dove trovare le offerte di lavoro riservate agli iscritti a Garanzia Giovani

Le offerte di lavoro delle Aziende che aderiscono a Garanzia Giovani sono pubblicate sul sito istituzionale dedicato al programma, alla voce opportunità di lavoro.

 

Selfiemployment

selfiemployment Garanzia Giovani 2016

Da metà gennaio 2016, gli iscritti a Garanzia Giovani che abbiano completato con successo i percorsi di accompagnamento all’avvio di impresa e supporto allo startup che vogliano mettersi in proprio (come lavoratori autonomi, impresa individuale o società) potranno fare domanda per ottenere finanziamenti per l'autoimpiego, grazie alla nuova misura Selfiemployment. Tra i richiedenti, i più meritevoli saranno finanziati, senza la necessità di garanzie personali, con un massimo di 50.000 euro a tasso zero, da restituire in massimo 7 anni. Per consentire l’accesso ai prestiti, sono stati stanziati in tutto 124 milioni di Euro e si prevede che questo importo basterà per finanziare i progetti di 4200 Neet.

Hai esperienze da pubblicare su Garanzia Giovani e Selfiemployment? Contattaci.

 

Agapeuno Team Webmaster Roma